La mostra, curata da Daniele Benati, offre l’occasione di ammirare l’opera di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento, 1575 – Bologna, 1666) nella sua città natale, e dunque di comprendere le ragioni più profonde della poetica dell’artista, intimamente legato a Cento e da questa profondamente riamato.