Rimini veste di rosa, quello del Giro d’Italia.
E’ dedicata al Maestro del cinema, in occasione delle celebrazioni per il centenario della sua nascita, la tappa che attraversa il cuore della Romagna per tagliare il traguardo sul lungomare di Rimini, la città simbolo della Dolce Vita. Qui sarà allestito il famoso Villaggio che segue i campioni tappa dopo tappa.L’evento costituisce l’apice di una settimana che la città dedica agli appassionati della bike. Ad oltre 30 anni dall’ultima tappa a lei dedicata, Rimini si avvicina a questo evento carica di entusiasmo.

Percorso completo.

EVENTI COLLATERALI

Biciclette & Nuvolette – La mostra in piazzale Fellini (foyer del Palazzo del Turismo)È un lungo percorso, con una sorpresa a ogni tappa, quello della mostra “Biciclette & Nuvolette”, la mostra organizzata da Cortoon Club a partire dal 13 ottobre nella sala al piano terra del Palazzo del Turismo in piazzale Fellini . Se il ciclismo ha una grande storia, è infatti di lunga data anche il suo rapporto con il fumetto. A partire dalla citazione di Fausto Coppi ne “L’Inferno di Topolino”, classico Disney per eccellenza, si snoda un itinerario che fa passare il visitatore senza soluzione di continuità dal Giro d’Italia al Tour de France (la più celebre coppia di gare sui pedali), da Coppi a Bartali (una delle più celebri coppie dello sport di tutti i tempi), da Merckx a… Merckx, nell’impossibilità di trovargli un degno avversario.  Storia dei primeggiatori assoluti ma anche degli eterni secondi. Avventure comiche, come quella di Gaston Lagaffe novello grimpeur, e drammatiche, come i puntuali resoconti sportivi realizzati negli anni Settanta sul Corriere dei Ragazzi di alcune tra le più importanti maglie rosa del fumetto italiano: Alessandrini, Di Gennaro, Toppi, Uggeri. La coppia più litigiosa della storia italiana, il prete e il comunista di provincia usciti dalla penna di Giovannino Guareschi, l’emblema della sfida umana ancor prima che politica tra cattolici e Pci, se le danno a fumetti anche sui pedali. E tantissime curiosità, tra cui: la morte in bicicletta, il Giro di Paperopoli, SuperMerckx, Asterix al Giro di Gallia, un cane felice in maglia gialla e un giallo con Felice Gimondi ad affiancare un curioso commissario. Una sezione a due ruote, un lenticolare omaggio ad un grande grimpeur romagnolo nato a pochi km da Rimini, è “Un Pirata in bicicletta”. Oltre a vincere le corse a tappe più importanti del mondo e far innamorare anche i più reticenti alle faticose imprese sportive, Marco Pantani è stato il protagonista di quattro storie a fumetti a colori per la Gazzetta dello Sport. In realtà, il Pirata non riuscì mai a pedalare sulla Rosea, a causa dei guai che lo videro suo malgrado protagonista durante il Giro d’Italia del 1999. Quelle avventure furono commissionate dalla Mercatone Uno (la squadra con la quale l’Elefantino di Cesenatico vinse Giro e Tour nello stesso anno) a Stefano Babini, talentuoso artista di Lugo di Romagna.  Pantani divenne così protagonista di avventure spaziali, di sparatorie western, di duelli all’arma bianca. In mostra, schizzi preparatori, layout, tavole a colori delle avventure del pelato capace di entusiasmare anche gli italiani ancora convinti che il Tour sia una vacanza in motonave.

Il film “il caso Pantani” in anteprima l’11 ottobre al Multiplex le Befane

A 16 anni dalla scomparsa del Pirata, un film porta sul grande schermo la sua storia. “Il caso Pantani” diretto da Domenico Ciolfi e con protagonisti Marco Palvetti, Brenno Placido, Fabrizio Rongione e con Francesco Pannofino, è un noir contemporaneo, un thriller, ma anche un film d’inchiesta, un biopic, un film drammatico. Il film sarà in anteprima al Cinema Multiplex Le Befane di Rimini con un evento speciale che vedrà in sala il regista Domenico Ciolfi, l’interprete e produttrice esecutiva Monica Camporesi e ospite Tonina Pantani.I biglietti sono acquistabili sul sito: www.giomettirealestatecinema.it/cinema
Costo Biglietto Intero: 10 €; Costo Biglietto Ridotto: 8 €