Emilia Romagna Welcome
EXPERIENCE

L’anima della Romagna in un bicchiere

La vera voce della mia terra è quella che canta con ittar suoi vini”, recitava Tonino Guerra, cultore del Sangiovese, o Sanzve”s, come diciamo qui in Romagna, quando brindiamo con chiunque venga a conoscerci. Perché nel Sangiovese c’è tutto il gusto della Romagna: franco, esuberante, schietto, robusto ed ospitale, a tratti ruvido all’esterno, ma sempre sincero e delicato. Nettare pregiato di vitigni a bacca nera, largamente diffusi nel centro Italia, perfetto per accompagnare fumanti ragù di carni e gustose grigliate tra amici. I vitigni del Sangiovese prosperano a Bertinoro, considerata la capitale dell’ospitalità romagnola, come rappresentato dalla Colonna degli Anelli (o “delle Anella”), fatta di pietra bianca, testimonianza dell’ospitalità Bertinorese.

Romagna da sorseggiare

La Rebola, presente dall’antichità in territorio riminese, viene citato come “Ruibola o Greco” in alcuni documenti del 1378. Trattasi di un vitigno a bacca bianca proveniente dall’area ellenica con forti somiglianze a varietà similari presenti nel centro e sud Italia come il Greco o Grechetto. In passato la Rebola nel riminese è stata sul punto di estinguersi, ma grazie all’impegno e al lavoro di viticoltori, in particolare del corianese, questo vino dal colore lievemente dorato è stato recuperato e poi valorizzato nelle sue grandi potenzialità.

 

A spasso per vitigni

Quanta bellezza si nasconde tra i vitigni, che sembrano distendersi sulle colline romagnole, quasi a volerne raccontare gli spazi ampi e l’aria frizzante. I vini romagnoli raccontano da sempre questa terra e non è difficile imbattersi in cantine e realtà agricole dove unirsi alla festa della vendemmia o condividere insieme il primo assaggio di novello. Una lunga tradizione oggi arricchita dai nuovi metodi di lavorazione dell’uva che regalano pregiati vini biologici e biodinamici.

Experience

Back to top