Logo CC

Eurovelo: la rete cicloturistica europea

Dall’Europa in Romagna in sella a una bicicletta

C’è un modo per raggiungere in bicicletta l’Italia e l’Emilia Romagna se arrivate da qualsiasi punto d’Europa. Si chiama Eurovelo, una rete di 15 itinerari ciclabili di lunga percorrenza che abbracciano tutto il Vecchio Continente, al di là di ogni divisione geopolitica.

Nati da un progetto dell’European Cyclists' Federation (RFC), questi itinerari incorporano tratti nazionali di vie ciclabili già esistenti, favorendo e valorizzando la bicicletta come mezzo di trasporto d’eccellenza rispetto al traffico motorizzato.

Ogni percorso è numerato da 1 e 17. Le strade non hanno mai pendenze superiori all’8% e sono sottoposte a un traffico inferiore alle 1000 auto al giorno. Purtroppo al momento non tutti i percorsi sono completi o ben segnalati.

In Emilia Romagna passano ben tre Eurovelo: la n. 5, la n. 7 e la n. 8.

Nello specifico, la Romagna è toccata da Eurovelo 8 che, nota anche come l’itinerario del Mediterraneo, taglia in due l’Europa meridionale da Ovest verso Est, partendo dallo stretto di Gibilterra fino a raggiungere l’isola di Cipro.
Il percorso prevede il superamento di diversi passi di montagna, e proprio per questo è forse uno dei tratti più difficili di tutta la rete Eurovelo, anche perché in molti casi le infrastrutture ciclistiche su cui si pedala sono ancora poco sviluppate. Tratto centrale di questo itinerario è il percorso cicloturistico della Destra Po, che attraversa orizzontalmente la provincia di Ferrara partendo da Stellata di Bondeno e giungendo fino a Gorino.

Info

Ultimo aggiornamento 05/02/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA